CFT (Campo di Formazione Tirocinanti)

Art. 51 – Il Campo di Formazione Tirocinanti (CFT)

Il CFT è un’occasione formativa che si colloca all’interno del tirocinio da vivere preferibilmente nel momento iniziale di inse-rimento in Comunità capi ed è necessario per poter partecipare al Campo di Formazione Metodologica.

Gli obiettivi formativi del CFT sono:

  • vivere un momento di confronto sulle scelte fatte;
  • lanciare il percorso formativo offerto dall’Associazione e la cultura della formazione come presupposto indispensabile per un buon servizio;
  • rileggere la propria storia personale per prender coscienza in modo più approfondito delle tre scelte del Patto Associativo;
  • confrontarsi e riflettere sulla scelta del servizio educativo e sul valore della testimonianza personale con altri adulti;
  • razionalizzare la conoscenza degli elementi fondamentali del metodo;
  • scoprire la dimensione associativa come risorsa per il proprio servizio, per la propria formazione personale  e come supporto all’azione educativa.

Il CFT viene realizzato a livello locale con il coordinamento della Regione relativamente alle modalità attuative secondo un modello unitario nazionale, relativo ai contenuti, predisposto dalla Formazione Capi.

Ai partecipanti e alle Comunità capi viene inviato entro 30 giorniun attestato di partecipazione segnalando eventuali situazioni particolarmente significative.

 

Consulta DATE e Modalità di Iscrizione sul Calendario Regionale CFT/CAEX


CFM (Campo di Formazione Metodologica)

Art. 52 – Campo di Formazione Metodologica (CFM)

Il CFM è rivolto ai soci adulti che hanno frequentato il CFT, durante l’anno di tirocinio o successivamente. Gli obiettivi formativi del CFM sono:

  • offrire, attraverso la riflessione sugli strumenti metodologici, occasione per riverificare le proprie scelte;
  • contribuire ad accrescere la capacità di saper individuare i propri bisogni formativi e costruire percorsi di soddisfazione degli stessi;
  • offrire una conoscenza metodologica nei suoi valori essenziali in una visione unitaria;
  • approfondire gli strumenti specifici della Branca a cui il Campo si rivolge comprendendone la valenza pedagogica;
  • sottolineare l’aspetto intenzionale nell’utilizzo degli strumenti del metodo;
  • evidenziare il ruolo dell’esperienza educativa come stimolo al processo di crescita personale e alla prosecuzione del percorso formativo;
  • presentare l’Associazione come luogo di risposta ai bisogni formativi della persona e del gruppo;
  • sottolineare l’aspetto funzionale e di “servizio” dei progettidei diversi livelli associativi;
  • far crescere la consapevolezza della responsabilità comune el’importanza del confronto tra adulti.

Il CFM si realizza sotto forma di campo mobile e/o fisso, a livelloregionale o di area di Formazione Capi, nell’ambito di un modello unitario nazionale predisposto dalla Formazione Capi in collaborazione con le Branche.

La sua durata è di 5-7 giorni. Ai partecipanti e alla Comunità capi viene inviato, entro novantagiorni, un attestato di partecipazione contenente la valutazione redatta a cura dello staff del Campo; tale valutazione è destinata per conoscenza anche ai Responsabili di Zona.

 

Per le DATE e Modalità di Iscrizione dei CFM e CAM (Campo di Aggiornamento Medotologico) consulta il Calendario Regionale CFM/CAM della Lombardia

 

Art. 53 – Autorizzazione alla conduzione dell’unità (post CFM)

 Ai soci adulti che hanno vissuto il periodo di tirocinio e frequentatoil CFT e il CFM, il Comitato di Zona su richiesta dellaComunità capi, viste le valutazioni degli eventi formativi, può rilasciare annualmente l’autorizzazione a condurre l’unità nella branca nella quale si è svolto il CFM  per una durata di due anni associativi.

Nel caso di cambiamento di Branca deve essere svolto il CAM entro l’anno scout.

Il Comitato di Zona può autorizzare un ulteriore anno associativo valutata la partecipazione alla vita associativa e ai momentiformativi organizzati dalla Zona.

 

CFA (Campo di Formazione Associativa)

Art. 55 – Il Campo di Formazione Associativa (CFA)

Il CFA è rivolto ai soci adulti che hanno concluso da almeno 10mesi la prima fase del percorso formativo di base. Nel CFA le competenze vengono esplorate, confrontate, approfondite, con lo stile della ricerca, intesa come orientamento alla rielaborazione e alla riflessione sulla esperienza di servizio. Gli obiettivi formativi del CFA sono:

  • verificare e sintetizzare la propria esperienza educativa e formativa per costruire prospettive future circa la propria sceltadi essere educatore nella consapevolezza della propria storia;
  • consolidare le scelte e le motivazioni ad essere capo educatore nel proprio contesto sociale in riferimento alle scelte del Patto Associativo;
  • rafforzare la cultura e lo stile della formazione permanente;
  • acquisire maggiore consapevolezza nella relazione educativa capo-ragazzo;
  • verificare la propria capacità di applicazione intenzionale del metodo scout nella sua globalità;
  • comprendere il metodo scout nel suo complesso e in particolare nella sua continuità attraverso le Branche;
  • rielaborare le proprie esperienze di capo ed utilizzare le proprie competenze;
  • comprendere le relazioni esistenti tra i diversi   associativi edil territorio;
  • divenire co-costruttori del pensiero associativo e concorrereall’elaborazione metodologica;
  • stimolare la riflessione sull’essere Associazione e l’essere Chiesa.

Il CFA si realizza sotto forma di campo mobile e/o fisso, nell’ambito di un modello unitario nazionale formulato dalla Formazione Capi in collaborazione con le Branche. 

La sua durata è di 7 giorni. Ai partecipanti e alla Comunità capi, entro novanta giorni, lo staff del Campo invia una valutazione utile per la prosecuzione delle proprie esperienze di servizio e del percorso formativonello spirito della formazione permanente. La valutazione viene inviata per conoscenza anche ai Responsabili di Zona e ai Responsabili regionali.

 

Per le DATE e Modalità di Iscrizione dei CFA consulta il Calendario Nazionale CFA


Art. 56 – Autorizzazione alla conduzione dell’unità (post CFA)

Ai soci adulti che hanno frequentato il CFA, il Comitato di Zona su richiesta della Comunità capi, preso atto della valutazione dell’evento formativo, può rilasciare l’autorizzazione a condurre l’Unità per la durata di due anni associativi.

 

Art. 58 – Campi di Aggiornamento Metodologico (CAM)

I CAM sono diretti ai soci adulti che intendono prestare servizio in una Branca diversa da quella del Campo di Formazione Metodologica. Gli obiettivi formativi del CAM sono:

• acquisire le nuove competenze metodologiche richieste dalservizio;

• contribuire ad accrescere la capacità di saper individuare ipropri bisogni formativi e costruire percorsi di soddisfazionedegli stessi;

• approfondire gli strumenti specifici della Branca a cui ilCampo si rivolge comprendendone la valenza pedagogica;

• sottolineare l’aspetto intenzionale nell’utilizzo degli strumentidel metodo della Branca specifica;

• far crescere la consapevolezza della responsabilità comune el’importanza del confronto tra adulti.

Essi sono organizzati su base regionale o di area di Formazione Capi, su un modello unitario predisposto a livello nazionale dalla Formazione Capi, in collaborazione con le Branche. Hanno durata di 3 giorni.